Continua il viaggio di MC News nel mondo della comunità evangelica, dopo avervi raccontato dell’apertura a Marano della Christian House e dell’impegno del pastore Antonio Festa e della sua comunità nella zona a cavallo tra Piazza Garibaldi e Piazza Nazionale.

Torniamo a Marano, più precisamente a via Mallardo dove al civico 29 ha sede la Chiesa Evangelica di Marano ADI.  Una comunità coesa e unita che fa capo al pastore Francesco De Santis. Che ci accoglie con queste parole: “La Chiesa di Cristo, organizzata sul territorio in comunità di fedeli, si propone di divulgare il Vangelo, la buona notizia, seguendo l’esempio di Gesù (Atti degli Apostoli 10:38)  vale a dire, la storia di Gesù di Nazaret; come Dio lo ha unto di Spirito Santo e di potenza, e com’egli è andato dappertutto facendo del bene”.

Parole che ben spiegano l’impegno per il prossimo: “L’annuncio del Vangelo – continua De Santis – si rivolge a tutti indipendentemente dalla posizione o dal benessere sociale, con un occhio di riguardo per chi è nel bisogno. Con il contributo attivo dei fedeli e con i mezzi che disponiamo cerchiamo anche nel comune di Marano di raggiungere chi vive particolari disagi”.

Aiutare concretamente il prossimo

Fatti concreti, insomma, per dare aiuto reale a chi in quel momento necessita di una mano. “In particolare – spiega il pastore – offriamo dei pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà con l’opportunità di dare anche degli indumenti, grazie anche al sostegno di associazioni evangeliche come Cristian House“. Sul territorio di Marano difatti la Christian House e la comunità evangelica di cui parliamo collaborano fattivamente e in futuro questa collaborazione potrà solo intensificarsi. Con importanti ripercussioni sul territorio di Marano e in particolare in tutta l’area nord di Napoli.

L’attenzione per i minori

Nei territori periferici dell’hinterland partenopeo, le comunità di fede assolvono anche a un altro importante compito sociale, facendo da tampone a carenze spesso endemiche da parte delle istituzioni: quello delle attività e degli spazi per i minori. Racconta Francesco De Santis: “Prestiamo molta attenzione anche ai bambini, con il nostro Gruppo Smile nelle piazze e nei parchi con attività ricreative-educative rivolte ai piccoli, con un programma fatto di giochi e insegnamento su argomenti come l’amore, la pace, la fratellanza, la verità, il rispetto delle regole. La riteniamo una delle attività più importanti della nostra professione, essenziale per dare risposte e opportunità quei bambini che non hanno il supporto della famiglia”.

“Abbiamo altri progetti per il futuro – chiude il pastore che chiama a raccolta la società civile – che auspichiamo di poter concretizzare anche con una maggiore sinergia con le istituzioni locali”.