Dopo l’incendio della collina dei Camaldoli delle prime settimane di agosto, che ha coinvolto tutta la zona collinare con fumi, ceneri e danni, arriva la contromossa di Palazzo San Giacomo, con un’ordinanza che porta la firma del primo cittadino.

“Divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui vegetali o altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali, nel periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi sul territorio comunale.”

Questo l’oggetto di un’ordinanza che il Sindaco Luigi de Magistris ha firmato il 14 agosto con la quale viene dichiarato “lo stato di grave pericolosità per rischio di incendi sull’intero territorio comunale fino al 30 Settembre 2019.”