“Chiediamo al Presidente Draghi una giusta distribuzione nell’uso delle risorse del PNRR. Parliamo delle risorse che saranno utilizzate per favorire la transizione ecologica e digitale del Paese. I fondi dovranno essere utilizzati per promuovere la diffusione delle comunità energetiche, ridurre il rischio idrogeologico, realizzare l’infrastruttura leggera della rete unica, incentivare lo smart working e defiscalizzare servizi e attività economiche”.

Questo l’appello di Antonella Oliviero, responsabile Assoprovider che, in collaborazione con il comune campano di Torrioni in provincia di Avellino, aderisce a “Voler bene all’Italia”, l’iniziativa di Legambiente che celebra l’orgoglio dei piccoli comuni italiani con meno di 5mila abitanti e che sono protagonisti del governo del 55% del territorio nazionale. 

Lo slogan dell’iniziativa, che si svolgerà domenica 30 maggio, è “Piccoli comuni, Next Generation. La transizione ecologica e digitale passi dai territori”. L’evento vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgenza di un percorso di rinascita che vede protagonisti i piccoli comuni italiani, che sono decisivi per la ripartenza del nostro Paese. 

Voler bene ai comuni italiani 

“Voler bene all’Italia” nasce nel 2004 ed è una festa che si celebra in occasione della Festa della Repubblica. Per l’occasione, le amministrazioni comunali coinvolte organizzano una serie di iniziative che vogliono far scoprire le bellezze naturalistiche e paesaggistiche del territorio.

Quest’anno, a causa della Pandemia, gli eventi saranno contenuti. Le iniziative saranno perlopiù simboliche, piccole passeggiate, ma anche confronti in webinar con referenti dei comuni, per presentare casi virtuosi e innovazioni, come nel caso del Comune di Torrioni che, grazie anche alla partnership con Assoprovider, ha fatto passi avanti sul fronte della transizione ecologica e digitale. 

Assoprovider è uno dei partner del comune avellinese che ha promosso l’iniziativa insieme a Pro Loco Aione, l’Associazione GenerIdea, il Forum dei Giovani e il SAI Valeria Solesin.

L’evento si concluderà con una chiacchierata con gli organizzatori e la presenza di due ospiti come Michele Buonomo del direttivo nazionale di Legambiente e Massimo Santucci, di Achab Med, agenzia specializzata nella comunicazione ambientale. 

Innovazione e la rinascita dei borghi

L’iniziativa sarà anche l’occasione per riflettere su iniziative in grado di sostenere concretamente il percorso di innovazione e di rinascita dei borghi, come lo Smart Working Borghi, ovvero una linea di finanziamento con agevolazioni fiscali per insediare centri di ricerca e imprese digitali in prossimità dei piccoli comuni italiani.

Mentre decisivo sarà l’utilizzo delle risorse del PNRR. Va in questa direzione, l’appello che i comuni che aderiscono all’iniziativa sottoscriveranno al Presidente del Consiglio, Mario Draghi: “Il PNRR è l’ultima occasione per riequilibrare i divari territoriali, soprattutto riguardo al digital divide che affossa la competitività del Paese, e dare nuovo slancio alla lotta alla crisi climatica”, conclude Oliviero.