Confcommercio Campania scende in campo a sostegno dei concessionari del demanio marittimo e della nautica in tutti le sue derivazioni. Su convocazione del Commissario di Confcommercio Campania, Giacomo Errico,  è stata costituita FederNautica – Confcommercio,  Reti per le imprese della Campania che mette insieme, già nella fase istitutiva, ben trentotto operatori del settore della  nautica, dal diporto al charter nautico, alla cantieristica navale,al trasporto marittimo, alle manutenzioni e costruzioni navali, in gran parte titolari di concessioni del demanio marittimo della costa campana, da Napoli a Salerno, passando per Castellammare di Stabia,   Sorrento, Amalfi ed Agropoli. Un comparto molto vivace e produttivo, benchè duramente provato dall’emergenza epidemiologica e che oggi è costretto a confrontarsi con le problematiche dei rinnovi delle concessioni in un clima caratterizzato da grande confusione.   Alla costituzione di FederNautica Campania hanno partecipato molti storici concessionari del porto di Mergellina  (Aversano, Ippolito, Branchizio, Cammarota, Paermo, Velotti),  del porto di Salerno (Autuori, Gatto, Consorzio Costa Sud, Nautoca Salerno, Ventura, Consorzio Salerno Charter, Edilport), del porto di Sorrento (Consorzio Marina Grande di Sorrento, Franco  De Gregorio), di Castellammare (Cantiere Navale Marina di Stabia spa, Compagnia Cantieri Napoletani spa). Ma alla FederNautica hanno aderito anche lo stoprico marchio di costruzioni navali   SALPA di Antonio Pane, Alilauro GRUSON, Alicost spa, Coast Line spa, Cantieri Navali Partenope ed anche alcuni circoli nautici tra cui il Circolo Canottieri Napoli, il Circolo Canottieri Salerno,  l’AD Canottieri Agropoli, la Lega Navale di Salerno.

Su proposta di Confcommercio Campania   a coordinare le attività di FEDERNAUTICA  è stato designato, all’unanimità dei soci costituenti,   l’ing. Marco Di Stefano, un esperto  di infrastrutture portuali e concessioni marittime, già assessore alla risorsa mare della Provincia di Napoli e membro  del Comitato Portuale della Port Autority di Napoli, oggi componente dell’Organismo di partenariato per la risorsa mare dell’Autorità di Sistema del Tirreno Centrale.

“Sentiamo la necessità di mettere a sistema un mondo che troppo spesso è stato trascurato dalle istituzioni pur rappresentando un grande volano per l’economia” Così Pasquale Russo – Direttore Generale di Confcommercio Campania. “In questo settore occorre riequilibrare, in primis, il rapporto tra i concessionari del demanio marittimo e gli enti concedenti, ovvero  l’Autorità di Sistema Portuale del Tirreno centrale e la Regione Campania, ciascuno per le rispettive competenze. La nostra costa rappresenta un inesauribile bacino di risorse ed è arricchita da imprenditori che, pur operando da anni, non riescono ad esprimere le loro potenzialità. Federnautica ha ambiziosi obbiettivi ed  intende coagulare tutti i soggetti della filiera, accogliendo  anche i Circoli sportivi, anch’essi troppo spesso   trascurati dalle istituzioni  pur offrendo servizi sociali di grande valenza per la collettività. L’insieme di queste risorse, se   messe a sistema ed accompagnate con equilibrio e competenza- continua Pasquale Russo –  potrebbe dare un forte impulso all’economia   ed anche all’offerta turistica e sociale”.