“Tre idee su lavoro e impresa per uscire dalla grande crisi”. È il titolo del convegno che si svolgerà mercoledì 15 luglio alle ore 17:00 presso l’Istituto Italiano per gli studi filosofici in via Monte di Dio 14 in occasione della presentazione del libro di Pietro Ichino edito da Rizzoli “L’intelligenza del lavoro. Quando sono i lavoratori a scegliersi l’imprenditore”.

Presiede e introduce il notaio Roberto Dante Cogliandro direttore della Gazzetta forense che ha identificato i temi dell’impresa e soprattutto del lavoro come quelli centrali per l’Italia. “Una chiave che vuol unire solidarietà, imprenditoria e volontà di riprendersi per un Mezzogiorno che vuole essere centrale nel rilancio dell’intero paese in una fase così complessa come quella che stiamo vivendo anche a causa della pandemia mondiale. Gli ultimi drammatici dati ci impongono riflessione e azione urgentemente”, ha spiegato Cogliandro. Modera il convegno Roberto Napoletano direttore del Quotidiano del sud che vedrà protagonisti Marcello D’Aponte dell’Università di Napoli Federico II, Chiara De Franco magistrato, Raffaele De Luca Tamajo, Università telematica Pegaso, il deputato Chiara Grimaudo, Riccardo Monti, Ad gruppo Triboo, il senatore Tommaso Nannicini e Maurizio Sacconi già ministro del lavoro.