Al via il 28 maggio la grande riapertura del Punta Molino di Ischia, con personale vaccinato e sicurezza potenziata. I turisti che soggiorneranno nel Grand Hotel e che daranno il via alla stagione estiva, tornano a fare le cure termali e provengono da ogni parte d’Italia. Registrate inoltre, numerose prenotazioni di ospiti stranieri, in particolare di nazionalità americana, russa e tedesca.

“Siamo a lavoro da mesi per questa apertura, – commenta l’imprenditore Eugenio Ossani – siamo pronti ad accogliere i nostri clienti con grande entusiasmo, forti anche dell’esperienza dello scorso anno, condivisa in maniera molto positiva dai quasi diecimila ospiti, che nel 2020 hanno soggiornato in albergo”.

Sono state implementate le soluzioni a tecnologia contactless, che riducono il rischio di contatto fisico e, di conseguenza, anche di contaminazione. Presenti in albergo un medico o un infermiere e uno stewart in spiaggia, che si occupa della sanificazione di lettini, sedie e ombrelloni. Il ristorante è all’aperto con tavoli distanziati sulla terrazza panoramica. Le terme sono dotate di apparecchiature di ultima generazione. Le cure più richieste: docce nasali, aerosol terapia, inalazioni caldo-umide.

“Assicuriamo la totale salubrità delle camere, degli ambienti comuni, della piscina e della spa – spiega il Direttore Fulvio Gaglione – e questo vuol dire sicurezza non soltanto dei nostri ospiti, ma anche di tutti gli operatori dell’albergo, per garantire contemporaneamente massimo comfort e piena fruibilità degli spazi. Tutto il personale è vaccinato, anche i più giovani, che con grande senso di responsabilità hanno partecipato all’Open day organizzato dai Sindaci di Ischia e si sono sottoposti volontariamente al vaccino. Siamo felici dell’ottima organizzazione e del ritorno di tanti clienti, che lo scorso anno sono stati al Punta Molino per la prima volta”.

Norme permettendo, tornerà ad animarsi con matrimoni, meeting e grandi eventi, secondo i protocolli anti-Covid, la mitica rotonda del Rangio Fellone, quella cantata da Fred Bongusto, fiore all’occhiello del Grand Hotel. Lì, si svolgeva la dolcevita ischitana, si incontravano intellettuali, poeti, imprenditori del jet set internazionale. Lì, hanno ballato negli ultimi anni grandi attori e registi come Helen Mirren, ironica protagonista del nuovo video “Vacinada” di Checco Zalone, Jeremy Irons, Tim Robbins i Mambo Kings Antonio Banderas e Armand Assante, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio e tanti altri.  Fioccano le prenotazioni e il mese di agosto è già sold out. Parola d’ordine: convivialità, soprattutto a tavola, con i menù giornalieri dello Chef Alfonso Arcamone, che propone cucina ischitana e utilizzo rigoroso dei prodotti dell’isola.