A partire dalle ore 18.00 di sabato 28 novembre si terrà – in diretta web – l’evento conclusivo della XII edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, dedicato alla memoria del cooperante Mario Paciolla morto in Colombia pochi mesi fa.

La manifestazione, per la prima volta svolta totalmente online, si chiuderà con l’assegnazione dei premi per le tre categorie in concorso (Short, Doc e FICC) e delle menzioni Youth, Arrigoni e Platea Diffusa. Già assegnato lo scorso martedì il premio Ciack Migraction: a vincerlo è il docufilm cuneese “Siamo qui da vent’anni”, prodotto dall’ANOLF di Cuneo e diretto da Sandro Bozzolo, dedicato al contributo delle comunità di origine straniera nella produzione delle eccellenze della Granda piemontese.

Ospiti d’eccezione della ultima serata saranno, in ordine di entrata, l’analista politico internazionale Roberto Savio, direttore di Othernews, il presidente della FICC (Federazione Italiana dei Circoli del Cinema) Marco Asunis, i componenti della Giuria Esperti, Christian Carmosino Mereu, regista e docente della Università “la Sapienza”, Silan Ekinci, dell’Ufficio di Informazione Kurdistan in Italia, Flavia Paone, giornalista del TG3 e, in collegamento streaming internazionale, i registi dei film vincitori di premi e menzioni.

Gli autori del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, componenti del Direttivo del Festival, si avvicenderanno ai microfoni per intervistare giurati, registi e ospiti della serata conclusiva. La conclusione è prevista attorno alle 20.30.

L’appuntamento per la diretta è su Facebook (pagina ufficiale del Festival) alle 18.00 e la registrazione dell’evento sarà visibile dal giorno successivo sulla piattaforma http://www.cinenapolidiritti.online che ha ospitato i film in concorso e tutti gli eventi del Festival in differita.

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani è sostenuto dalla Ambasciata Svizzera in Italia, dalla Regione Campania e dalla cooperativa sociale Dedalus, da Expoitaly e dalla FICC (Federazione Italiana dei Circoli di Cineclub) ed ha il patrocinio morale del Comune di Napoli e dell’Assesorato alla Cultura e Turismo.