Il Forum internazionale sull’economia dei rifiuti promosso da PolieCo, ad Ischia, prenderà il via oggi 20 settembre, alle ore 14, all’Albergo della Regina Isabella a Lacco Ameno, sull’isola di Ischia. Saranno illustrate le tecniche di indagine per il rilevamento dei rifiuti tombati nei terreni con una particolare attenzione sull’area della stazione ferroviaria dell’alta velocità Napoli- Afragola, così come già annunciato nel corso della conferenza stampa di presentazione del Forum, svoltasi il 17 settembre nella Sala della presidenza del Consiglio Regionale della Campania.

Un’operazione verità sostenuta dal Consorzio PolieCo attraverso una convenzione con il Cnr e mirata a scongiurare la presenza di rifiuti interrati. Il focus sarà sul metodo di change detection che consente di identificare le modifiche naturali ed antropiche che intervengono sul territorio in un determinato intervallo temporale. Attraverso la valutazione comparata di immagini telerilevate acquisite da piattaforma aerea (ad ala fissa e rotante, compreso l’impiego di droni) e satellitare, questo approccio è stato utilizzato per acquisire informazioni riferite allo smaltimento dei rifiuti plastici sia sopra terra (smaltimento di superficie) che attraverso tombamenti. “L’impiego delle tecniche di change detection – secondo Vito Felice Uricchio, direttore dell’Istituto di ricerca sulle acque del Cnr – ha consentito di individuare 53 aree potenzialmente implicate da interramenti illeciti di rifiuti. L’attività è condotta con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord”. Uricchio sarà presente al Forum Polieco per parlare dell’attività investigativa attenzionata dagli organi competenti.

Nella prima giornata del Forum, interverranno tra gli altri il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (in video), il presidente della Commissione d’inchiesta sulle ecomafie Stefano Vignaroli, il presidente della Commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra, i già sottosegretari Salvatore Micillo e Andrea Cioffi, la senatrice Loredana De Petris, il presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio. Al tavolo dei relatori, per la seconda sessione dei lavori, siederanno Eugenia Pontassuglia e Roberto Pennisi della Direzione Nazionale Antimafia, Silvia Bonardi della Dda di Milano, Simona Merra, sostituto procuratore presso il Tribunale di Trani, Catello Maresca, sostituto procuratore presso il Tribunale di Napoli, Renato Nitti, sostituto procuratore della Dda di Bari e Roberto Rossi, procuratore aggiunto della Dda di Bari, Gianfranco Amendola, già procuratore capo di Civitavecchia, e il generale di brigata Alfonso Manzo, comandante della Legione Carabinieri Puglia.