Mara Carfagna, vicepresidente della Camera incontra i ragazzi del Dream Team di Giffoni Innovation Hub, agenzia creativa fondata da Luca Tesauro, Orazio Maria Di Martino e Antonino Muro, che all’interno del Giffoni Experience promuove laboratori, workshop e networking sull’innovazione. Trentacinque ragazzi under 30 che, suddivisi in gruppi, stanno lavorando a progetti in collaborazione con Ibm, Fondazione Telethon e Toyota Motor Italia. “Ero già stata al Giffoni vent’anni fa in veste di presentatrice, grazie per avermi dato la straordinaria opportunità di essere qui oggi e avere conferma del fatto che questo è un luogo patrimonio di emozione, talenti, formazione, opportunità e innovazione – ha detto Carfagna – Credo che questo sia un modello da esportare e imitare  poichè rende i giovani protagonisti, scommette sui loro talenti, sulla loro capacità di iniziativa e dimostra che non è attraverso misure assistenziali che gli si dà una mano. Lo Stato deve permettere a tutti di trovarsi nelle condizioni migliori per poter sfuttare le proprie potenzialità. Credo siano molto importanti i progetti che i ‘Dreamers’ stanno portando avanti, in generale, per promuovere l’utilizzo consapevole di internet, e quello per la maggiore partecipazione delle donne all’innovazione e alle tecnologie”. Il riferimento, in questo caso, è al progetto di Ibm “Nerd – Non è roba per donne?”. “Io ho depositato un progetto di legge che prevede studi gratuiti per le studentesse meritevoli che intendono seguire i corsi di laurea Stem – ha annunciato Carfagna – che sono quelli che più di altri favoriscono l’ingresso nel mondo del lavoro e consentono di avere carriere più omogenee e meglio retribuite. Le Istituzioni – ha chiosato la vicepresidente – devono offrire opportunità e mi auguro di poter sollecitare la loro attenzione e quella del governo che sarà sensibile su queste tematiche”.