Oltre 10mila ospiti a Napolimodadesign, una kermesse che, come confermano i numeri, attrae e incuriosisce addetti ai lavori, esperti del settore e cittadini.

10mila presenze, dunque, 14 sfilate, 8 showcoocking, 5 corsi formativi per architetti, giornalisti e avvocati: sono i dati di Napolimodadesign, un appuntamento giunto alla sua quarta edizione e che già si proietta al prossimo anno con nuove proposte e nuovi appuntamenti.

La Contemporary house ideata da Maurizio Martiniello, dunque, piace, perché anticipa le collezioni, le tendenze, il design, la moda. Con il supporto delle più grandi aziende italiane di design, l’architetto partenopeo ha realizzato un appartamento lussuoso e funzionale, innovativo ed ecocompatibile, per offrire a visitatori e addetti ai lavori una visione completa delle novità che ci attendono il prossimo anno. Dalla domotica alle materie prime, dai tessuti ai complementi d’arredo fino all’illuminotecnica, nulla è lasciato al caso nella luxury house di Maurizio Martiniello: la tecnologia facilita le frenetiche giornate di una famiglia, la resistenza dei nuovi materiali rende più longevi marmi e parquet, i tessuti, con le loro fibre a Led, sostituiscono i sintetici. Camera da letto, salone, sala da pranzo, cucina, tutto è all’avanguardia nella Contemporary house grazie alla creatività di grandi brands nazionali come Marseglia Home, Marazzi, Molteni&C. Dada per gli arredi, Margraf per i marmi, Ceramiche Vesuviane per le ceramiche, Reevèr per i tessuti, Linealight e Majorano per l’illuminotecnica, Albatros per il benessere, Asso dei fiori per il design verde. Una qualità e un lusso che investe anche tutto ciò che è racchiuso nella casa ideata dall’architetto partenopeo: dalla sartoria eccellente come Isaia, Laterza e Cavalleri, ai gioielli di Damiani, dagli sponsor come Santandrea Luxury House alle bike assistite ed ecosostenibili di V-ita, da Fineco Bank a Edil San Felice.

Napolimodadesign è bellezza, in tutte le sue forme e sfaccettature; è eleganza, grazia, signorilità. Una filosofia che Maurizio Martiniello abbraccia dalla prima edizione della kermesse e che lo ha portato, ogni anno, a scegliere una madrina sempre eterea come Rocio Munoz Morales che per la quarta edizione di Nmd ha ricevuto il premio “Spettacolo”. Ad aprire, però, la Kermesse è stata Rosanna Cancellieri in conferenza stampa che con la sua dialettica e i suoi racconti sul cambiamento dei tempi, delle tendenze e della moda ha incantato proprio tutti.

Ad arricchire la già splendida luxury house sono stati anche gli abiti realizzati per il teatro San Carlo dalla costumista Giusi Giustino per l’opera My fair lady, capi di alta sartoria che ora partiranno alla volta di Palermo. Quest’anno è stato riconosciuto anche ampio spazio ai giovani che hanno avuto modo di esporre e far sfilare le proprie creazioni: la casa, infatti, ha ospitato l’Accademia di Belel Arti, indirizzo Fashion, l’Istituto Superiore di Design e l’Istituto Professione Moda.

Ora Napolimodadesign volge al termine con la consueta cena di beneficenza, organizzata nella chiesa delle Crocelle, in via Chiatamone; il costo è di 100 euro a persona, il ricavato andrà, come ogni anno, ad Azione Sorriso, la onlus che supporta i bambini del Togo. Solo 150 ospiti per una cena di gala stellata. In cucina, infatti, si alterneranno grandi chef come Antonino Maresca, Domenico Iavarone, Luigi Salomone e Marco C. Merola.