La questione della mancanza di personale all’interno degli uffici della Motorizzazione, le liste esami bloccate, le problematiche che mettono in ginocchio gli operatori del settore: sono le questioni sul tavolo del Ministero dei Trasporti portate dalla Confarca, la confederazione nazionale che rappresenta le autoscuole e gli studi di consulenza.

L’incontro del fine settimana tra i vertici dell’associazione di categoria ed il sottosegretario Michele Dell’Orco “è un primo punto di partenza per cercare di risolvere parte dei problemi che ancora condizionano il lavoro di centinaia e centinaia di operatori” ricorda il presidente Paolo Colangelo.

All’incontro con il rappresentante del dicastero hanno partecipato anche il segretario nazionale della sezione nautica, Adolfo D’Angelo, ed il segretario della sezione studi di consulenza, Manuel Schiavo.

“Un incontro proficuo che ha finalmente aperto il dialogo tra le categorie ed i rappresentanti del governo – ha aggiunto il presidente Colangelo – Auspichiamo che nell’agenda politica venga nuovamente inserita la delicata questione che riguarda la mancanza di personale all’interno degli uffici della Motorizzazione civile. Tutte le istanze finora presentate al sottosegretario Dell’Orco sono state accolte con vivo interesse, nei prossimi mesi ci rincontreremo per confrontarci sugli sviluppi di quelli che per ora sono ottimi propositi”.